Agosto 31, 2021

Raccomandata spedita e non recapitata, procedimento a metà

Ai fini del perfezionamento del procedimento di notificazione ex art. 140 cpc qualora la raccomandata con avviso di ricevimento sia stata spedita ma, prima della restituzione al mittente per compiuta giacenza, non risulti recapitata al destinatario, poiché l’avviso non reca alcuna indicazione riguardo alle ragioni della mancata consegna, il procedimento non può ritenersi…

di Paola Cavallero – continua a leggere su Italia Oggi del 31/08/2021

Agosto 23, 2021

Successione dul doppio binario

Allorché la legge nazionale che regola la successione transnazionale, ai sensi dell’art. 46 legge 218/1995, sottopone i beni mobili alla legge del domicilio del de cuius e rinvia indietro alla legge italiana per la disciplina dei beni immobili compresi nell’eredità, si verifica l’apertura di due successioni e la formazione di due distinte masse…

di Paola Cavallero – continua a leggere su Italia Oggi Sette del 23/08/2021

Agosto 23, 2021

L’indennizzo va anche agli eredi

Qualora la parte del giudizio civile (o amministrativo) presupposto sia deceduta, l’erede ha diritto a conseguire iure successionis e pro quota l’indennizzo maturato dal defunto per l’eccessiva protrazione del processo, nonché iure proprio quello dovuto in relazione all’ulteriore decorso della medesima procedura, dal momento in cui abbia assunto formalmente la qualità di parte…

di Paola Cavallero – continua a leggere su Italia

Agosto 10, 2021

Mani legate al manager dell’incorporata

La fusione per incorporazione estingue la società incorporata, la quale non può dunque iniziare un giudizio in persona del suo ex amministratore, avendo facoltà della società incorporante di spiegare intervento in corso di causa, ai sensi dell’art. 105 cpc, nel rispetto delle regole che lo disciplinano.

di Paola Cavallero – continua a leggere su Italia Oggi del 10/08/2021

Agosto 9, 2021

De cuius, debiti divisi pro quota

In caso di successione mortis causa di una pluralità di eredi nel lato passivo del rapporto obbligatorio, il debito del defunto si fraziona pro quota tra gli aventi causa, sicché il rapporto che ne deriva non è unico e inscindibile e, in caso di giudizio instaurato per il pagamento del debito ereditario, non sussiste, neppure sotto il profilo della dipendenza di cause…

di Paola Cavallero – continua a leggere su Italia Oggi Sette del 09/08/2021

Agosto 9, 2021

Interruzione dell’usucapione anche se l’atto di citazione è affetto da vizi

In materia di diritti reali l’effetto interruttivo del termine per usucapire, ai sensi del combinato disposto degli artt. 1165 e 2943 cc, va riconosciuto anche all’atto di citazione affetto da vizi afferenti alla chiamata in giudizio da parte dell’attore (nella specie per difettosa formulazione dell’avvertimento di cui al n. 7 dell’art. 163 cpc) ove l’atto stesso sia stato validamente…

di Paola Cavallero – continua

Giugno 7, 2021

Ripetizione delle somme in appello: ok alla richiesta, non costituisce domanda

La richiesta di restituzione delle somme corrisposte in esecuzione della sentenza di primo grado, essendo conseguente alla richiesta di modifica della decisione impugnata, non costituisce domanda nuova ed è perciò ammissibile in appello…

di Paola Cavallero – continua a leggere su ItaliaOggi7 del 7/06/2021

Maggio 10, 2021

La Cassazione censura l’operato di alcune banche in caso di firma disgiunta: il decesso non blocca il conto

Nel caso in cui il deposito bancario sia intestato a più persone, con facoltà per le medesime di compiere, sino alla estinzione del rapporto, operazioni, attive e passive, anche disgiuntamente, si realizza una solidarietà dal lato attivo dell’obbligazione che sopravvive alla morte di uno dei contitolari…

di Paola Cavallero – continua a leggere su Italia Oggi del 10/05/2021