IMU

Soggetti obbligati al pagamento dell’IMU: situazioni particolari

“…in vista della scadenza del 18 giugno, chiariamo quali sono i soggetti obbligati al pagamento dell’IMU, con particolare focus su alcune situazioni particolari quali cittadini italiani residenti all’estero, eredi, diritto di abitazione del coniuge superstite e diritto di abitazione del coniuge separato, contratto preliminare di compravendita ed espropriazione…”

#PRIVACY CLIENTI- Documento informativo articolo 13 Reg. UE 2016/679- #GDPR – Informativa per trattamento di dati personali raccolti presso l’interessato

 

 

Nel rispetto di quanto previsto dal Reg. UE 2016/679 (Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali) Le forniamo le dovute informazioni in ordine al trattamento dei dati personali forniti. Si tratta di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 della Reg. UE 2016/679 (Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali)
Dati personali trattabili: «dato personale»: qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile («interessato»); si considera identificabile la persona fisica che può essere identificata, direttamente o
indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo come il nome, un numero di identificazione, dati relativi all’ubicazione, un identificativo online o a uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale; (C26, C27, C30)
Dati particolari trattabili: dati personali che rivelino l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religioseo filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona.
Dati personali relativi a condanne penali e reati: dati personali relativi alle condanne penali e ai reati o a connesse misure di sicurezza.
1. TITOLARE DEL TRATTAMENTO, ai sensi degli artt. 4 e 24 del Reg. UE 2016/679 è MAININI CONSULTING SRL – con sede legale in Via Espinasse 28/30, 20013, Magenta (MI) nella persona del Presidente del Consiglio di Amministrazione. Dati di contatto del Titolare: e-mail maininiconsulting@legalmail.it
2. RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI (RPD/DPO- Data Protection Officer): il titolare non è obbligato allanomina del DPO.
3.FINALITÀ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO
I dati di natura personale forniti, saranno trattati nel rispetto delle condizioni di liceità ex art. 6 Reg. UE 2016/679, per le seguenti finalità:
• tenuta delle scritture contabili necessarie al regime di contabilità cui Lei è soggetto;
• compilazione dei modelli di dichiarazione dei redditi, tasse, sostituti d’imposta, denuncia INAIL ed altre dichiarazioni fiscali in genere;
• elaborazione cedolini paga;
• compilazione di questionari e Studi di Settore;
• pagamento / preparazione dei documenti per il pagamento di imposte, tasse e altri diritti a qualsiasi titolo e con qualsiasi mezzo;
• compilazione di modelli relativi alla CCIAA, enti previdenziali ed assistenziali, Albi e Ruoli in genere;
• compilazione di moduli ed istanze relativi al rilascio o rinnovo di autorizzazioni amministrative e licenze rilasciate da qualsiasi autorità;
• compilazione e pagamento di deleghe F24 ed altri moduli di versamento in genere;
• pratiche relative a Contenzioso Tributario o a procedimenti ante Contenzioso;
• trasmissione di circolari da parte dello Studio;
• ogni e qualsiasi altro adempimento necessario all’assolvimento del mandato di consulenza/incarico professionale conferito allo Studio;
• esecuzione degli obblighi in materia di antiriciclaggio previsti dalle vigenti normative (identificazione, verifica
della clientela, comunicazioni ai vari organi istituzionali etc..); procedure concorsuali.
BASE GIURIDICA
Le basi giuridiche delle finalità elencate sono il contratto ex art. 6 par.1 lett. b) GDPR (es. elaborazione buste paga, bilanci ecc.) e l’adempimento di un obbligo di legge ex art. 6 par. 1 lett. c) GDPR (es. inserimento nel registro antiriciclaggio).
4. DESTINATARI O CATEGORIE DI DESTINATARI DEI DATI
I dati di natura personale forniti saranno comunicati a destinatari, che tratteranno i dati in qualità di responsabili (art. 28 del Reg. UE 2016/679) e/o in qualità di persone fisiche che agiscono sotto l’autorità del Titolare e del Responsabile (art. 29 del Reg. UE 2016/679), per le finalità sopra elencate. Precisamente, i dati saranno comunicati a:
-Studio Mainini & Associati; – soggetti che forniscono servizi per la gestione del sistema informativo e delle reti di comunicazione (ivi compresa la posta elettronica); – studi o Società nell’ambito di rapporti di assistenza e consulenza; -autorità competenti per adempimenti di obblighi di legge e/o di disposizioni di organi pubblici, su richiesta; – in caso di
finalità amministrativo contabile, i dati potranno eventualmente essere trasmessi a società di informazione commerciale per la valutazione della solvibilità e delle abitudini di pagamento e/o a soggetti per finalità di recupero crediti; a seguito di ispezioni o di verifiche, i suoi dati potranno essere comunicati anche a all’Amministrazione Finanziaria, ad organi di Polizia
Tributaria, Guardia di Finanza, Ispettorato del Lavoro, ed in genere a tutti gli organi preposti a verifiche e controlli circa la regolarità degli adempimenti di cui alle finalità anzi indicate.
I soggetti appartenenti alle categorie suddette svolgono la funzione di Responsabile del trattamento dei dati, oppure operano in totale autonomia come distinti Titolari del trattamento. L’elenco dei Responsabili del trattamento è costantemente aggiornato e disponibile scrivendo a maininiconsulting@legalmail.it o presso la sede legale via Via Espinasse 28/30, Magenta (MI)
5. TRASFERIMENTO DATI VERSO UN PAESE TERZO E/O UN’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE E GARANZIE
I dati di natura personale forniti non saranno trasferiti in Paesi Extra UE.
6.PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI O CRITERI PER DETERMINARE IL PERIODO
Il trattamento sarà svolto in forma automatizzata e manuale, con modalità e strumenti volti a garantire la massima sicurezza e riservatezza, ad opera di soggetti di ciò appositamente incaricati.
Nel rispetto di quanto previsto dall’art. 5 comma 1 lett. e) del Reg. UE 2016/679 i dati personali raccolti verranno conservati in una forma che consenta l’identificazione degli interessati per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali i dati personali sono trattati. La conservazione dei dati di natura personale ha come criterio la durata del contratto e i 10 anni successivi al termine di questo. Per avere più informazioni sul criterio di conservazione, scrivere a maininiconsulting@legalmail.it
7. DIRITTI DEGLI INTERESSATI
Lei potrà far valere i propri diritti come espressi dal Regolamento UE 2016/679, rivolgendosi al Titolare, inviando una e-mail all’indirizzo maininiconsulting@legalmail.it scrivendo alla sede del Titolare sopra indicata.
Lei ha il diritto, in qualunque momento, di chiedere al Titolare del trattamento l’accesso ai Suoi dati personali (art. 15), la
rettifica (art. 16) o la cancellazione (art. 17) degli stessi, o la limitazione del trattamento (art 18). Inoltre ha il diritto alla
portabilità dei dati (art. 20) e il diritto di opposizione (art. 21)
Lei ha il diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento.
Lei ha il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo.
Non vi è l’esistenza di un processo decisionale automatizzato.
8. NATURA DEL CONFERIMENTO DEI DATI
La comunicazione di dati personali è necessaria per adempiere al contratto. Il mancato conferimento dei dati personali richiesti comporta l’impossibilità di adempiere allo stesso.
9. MODIFICHE ALL’INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Il titolare si riserva il diritto di modificare, aggiornare, aggiungere o rimuovere parti della presente informativa sulla privacy a propria discrezione e in qualsiasi momento. La persona interessata è tenuta a verificare periodicamente le eventuali modifiche alla presente pagina.
Data di aggiornamento 17 maggio 2018
PRESA VISIONE DELL’INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 6 e 13 del Regolamento UE 2016/679,
Dichiaro di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati di MAININI CONSULTING SRL
Nome e Cognome_______________________________ Ragione sociale__________________________________________
Firma per presa visione___________________________
Data _____________________________

Diritto all’#oblio e #diritto di #cronaca: le nuove regole della Cassazione

Il quadro giurisprudenziale nazionale ed europeo sul principio della riservatezza si apprende che il diritto all’oblio può subire una compressione, a favore dell’ugualmente fondamentale diritto di cronaca, solo in presenza dei seguenti presupposti:

  1. contributo arrecato dalla diffusione dell’immagine o della notizia ad un dibattito di interesse pubblico;
  2. interesse effettivo ed attuale alla diffusione dell’immagine o della notizia;
  3. elevato grado di notorietà del soggetto rappresentato, per la peculiare posizione rivestita nella vita pubblica del Paese;
  4. modalità impiegate per ottenere e dare l’informazione, che deve essere veritiera, diffusa in modo non eccedente lo scopo informativo, nell’interesse del pubblico, e scevra da insinuazioni o considerazioni personali;
  5. la preventiva informazione circa la pubblicazione o trasmissione della notizia o dell’immagine a distanza di tempo, in modo da consentire il diritto di replica prima della sua divulgazione al pubblico.

 Così Cassazione, Ordinanza n. 6919 del 20/03/2018:

[…] 3. Da tale quadro normativo – desumibile da un reticolo di norme nazionali (artt. 2 Cost., 10 cod. civ., 97 legge n. 633 del 1941) ed europee (artt. 8 e 10, comma 2 CEDU, 7 e 8 della Carta di Nizza) – e giurisprudenziale di riferimento deve, pertanto, inferirsi che il diritto fondamentale all’oblio può subire una compressione, a favore dell’ugualmente fondamentale diritto di cronaca, solo in presenza di specifici e determinati presupposti: 1) il contributo arrecato dalla diffusione dell’immagine o della notizia ad un dibattito di interesse pubblico; 2) l’interesse effettivo ed attuale alla diffusione dell’immagine o della notizia (per ragioni di giustizia, di polizia o di tutela dei diritti e delle libertà altrui, ovvero per scopi scientifici, didattici o culturali), da reputarsi mancante in caso di prevalenza di un interesse divulgativo o, peggio, meramente economico o commerciale del soggetto che diffonde la notizia o l’immagine; 3) l’elevato grado di notorietà del soggetto rappresentato, per la peculiare posizione rivestita nella vita pubblica e, segnatamente, nella realtà economica o politica del Paese; 4) le modalità impiegate per ottenere e nel dare l’informazione, che deve essere veritiera (poiché attinta da fonti affidabili, e con un diligente lavoro di ricerca), diffusa con modalità non eccedenti lo scopo informativo, nell’interesse del pubblico, e scevra da insinuazioni o considerazioni personali, sì da evidenziare un esclusivo interesse oggettivo alla nuova diffusione; 5) la preventiva informazione circa la pubblicazione o trasmissione della notizia o dell’immagine a distanza di tempo, in modo da consentire all’interessato il diritto di replica prima della sua divulgazione al grande pubblico. In assenza di tali presupposti, la pubblicazione di una informazione concernente una persona determinata, a distanza di tempo da fatti ed avvenimenti che la riguardano, non può che integrare, pertanto, la violazione del fondamentale diritto all’oblio, come configurato dalle disposizioni normative e dai principi giurisprudenziali su esposti […] 

Fonte: www.cortedicassazione.it